Facebook Twitter
cerca nel sito
08/05/2012
Chi trova un asparago trova un tesoro
Aprile e maggio sono i mesi dell’asparago. Particolarmente rigogliosi in Umbria, nelle nostre zone partono vere e proprie spedizioni in cerca del piccolo ortaggio verde selvatico

È primavera e siamo nel pieno della stagione degli asparagi selvatici!
Una prelibatezza che la natura ci dona ogni anno in questo periodo e che si può trovare con un attenta ricerca nei boschi della campagna umbra o in zone di pascoli incolti.
Appartengono alla famiglia delle Liliacee, i rami sono di colore verde-grigiastro o bianchi, a loro volta costituiti da altri rametti molto corti e pungenti, le foglie sono piccole ed hanno anche minuscoli fiori di colore giallo-verde.
Di questo arbusto dal gusto delicato e adatto ad arricchire diverse pietanze, sono commestibili i cosiddetti turioni, ovvero i germogli che nascono a primavera: sono questi che vengono raccolti e poi cucinati per allietare i palati dei fortunati commensali!
Non dimentichiamo che gli asparagi sono anche molto apprezzati per le loro proprietà diuretiche e depurative, ricercati anche per l'utilizzo in diete dimagranti.
Ottimi lessati e poi conditi solo con un filo d'olio e limone, sono gli ortaggi della semplicità, un apoteosi di gusto tutta concentrata nei pochi millimetri delle cosiddette "punte", quelle che possiamo infilare in frittate o in un piatto di spaghetti per dare un tocco di gusto in più.
Dunque, cestini in mano e via ad avventurarci per le macchie umbre a cercare questi piccoli tesori dal sapore di terra!
Vi proponiamo una ricetta con asparagi molto semplice e adatta ad ogni tipo di occasione, che si tratti di una cena in famiglia o con amici, ma anche per stupire palati più esigenti.
Questo perché l'asparago ha un aspetto ingannatore, apparentemente insipido, in realtà è un esplosione di sapore per la gioia delle nostre papille gustative!

Micol Sacco


La ricetta: spaghetti con gli asparagi selvatici appena colti e guanciale.

Ingredienti per due persone:
-200 gr di spaghetti
-20-25 asparagi selvatici
-80 gr di guanciale
-mezza cipolla e due spicchi d'aglio
-vino bianco
-pecorino e pepe

Preparazione:
Si tagliano a pezzetti gli asparagi selvatici, stando bene attenti a non utilizzare la parte inferiore che non ha il sapore buono e deciso della punta. Si taglia il guanciale a dadini, nel frattempo avremo fatto soffriggere aglio e cipolla, ai quali una volta imbionditi aggiungeremo prima gli asparagi e poco dopo il guanciale. Bagniamo il tutto con un po' di vino bianco e alziamo la fiamma in modo che si sfumi. Aggiungiamo pepe a scelta e quando il vino è sfumato e gli ingredienti morbidi il condimento è pronto e può essere aggiunto agli spaghetti.
Chi vuole alla fine può spolverare il piatto con il pecorino grattugiato.

A questo punto possiamo solo augurarvi ... buon appetito!

 

 

 

foto: http://aaaaccademiaaffamatiaffannati.blogspot.it/

Condividi 
Questa rubrica è offerta da:
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Simona Billi
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica