Facebook Twitter
cerca nel sito
17/02/2012
Ricette Sospette
Questo pezzo chiude il ciclo di articoli dedicati alla cucina curati da Massimo Bigi che saluta così i nostri lettori. La redazione di Frescodiweb ringrazia il suo mitico collaboratore

È trascorso un anno dalla prima ricetta che destò giustamente immediati e considerevoli sospetti.
Un anno di appuntamenti tra me e non so chi e quanti altri.
Una sorta di specchio dove la mia immagine di uomo ormai grigio e raffinato si è riflessa cercando di capire se, di là di quel cristallo, qualcuno fosse raggiunto e perché no ammaliato (spero non irritato) da certe mie presunte arti.
Per mia natura intrinseca porto in me il senso e il gesto del millantatore.
Me ne vergogno saltuariamente in una sorta di salutare espiazione, un po' come fa la ferita con la materia che la infetta.
Purtroppo l'unica forma di redenzione in certi casi estremi è quella di ammettere per poi, lungimiranti, confessare.
Insomma, mi sono calato nella veste di esperto uomo di fornello e casseruole quando, in realtà, mia unica intenzione era soltanto quella di raccontarvi qua e là qualche storiella che aveva a che fare con la mia infanzia, il mio paese, la mia famiglia, i miei amici ... il Lago .... Insomma ho provato a conquistarvi con quello che credo sia la mia arte più infame e millantatrice ma anche i miei ricordi e passioni migliori.
Ho sfruttato indegnamente e a fini strettamente personali quel "Lago" che non manca mai a fare da sfondo nelle foto dell'anima di noi Castiglionesi.
Confesso d'amare il mio paese senza averlo dato mai troppo a vedere, amo la sua gente, le sue storie; ho imparato ad amare il ricordo di me bambino che cresce in quella riva, che torna a casa a prendersi rimproveri e sculacciate tra i vapori di roba al fuoco, famiglia e giochi che chiamano.
Mi ritengo quindi colpevole ammettendo che le ricette propinate durante questo anno non erano soltanto sospette, bensì gonfie di estrema colpevolezza.
Un misero pretesto per raccontarvi alcune storie incancellabili della mia esistenza.
Insomma, affidandomi, ma anche no, ad una qualche insperata clemenza, confesso di aver preteso di erudire sull'immensa arte della cucina e di aver approfittato e sfruttato indegnamente la possibilità concessami dalla redazione del "Fresco di Web".
Chiedo scusa in particolare per l'ostinata intenzione a non voler riparare in qualche modo al danno recato se non destinandomi ad un volontario quanto poco credibile esilio.

Massimo Bigi


immagine: http://www.disegnicolorare.com/

 

Condividi 
Questa rubrica è offerta da:
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Simona Billi
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica