Facebook Twitter
cerca nel sito
23/05/2012
Il business delle stranezze non risparmia i motori
Idee folli che diventano auto. I Motor show puntano anche su auto dai design stravaganti per catturare il pubblico. Al Salone di Ginevra si sogna, a Pechino il lusso è la parola d’ordine

Un auto che non è un'auto ma un'astronave elettrica, una moto che invece di rombare per le strade della città assordando i passanti, si muove lentamente a suon di tacchi perché in realtà ha la forma di un elegante decolté rossa fiammeggiante ...
È il folle business delle auto più strane del mondo.
Dal Brasile alla Cina, dall'India all'Inghilterra, le auto più pazze e dalle forme più innovative fanno la loro comparsa nei motor show e autosaloni, per le strade, nelle mostre d'arte più all'avanguardia.
Dietro a queste stravaganze spesso ci sono fini commerciali, pubblicizzare un prodotto o un marchio diventa più divertente in questo modo e cattura di certo l'attenzione di potenziali consumatori, ma di stranezze ne troviamo un po' dappertutto e le case automobilistiche ne espongono di tutti i generi.
Come all'Hollywood Motor Show, inventato in Korea, dove sopra una macchina d'epoca interamente verniciata d'oro, possiamo trovare un ammiccante e sensualissima Marilyn Monroe: solo una delle star che vengono ricreate accanto alle auto più famose del cinema d'epoca.
Ma non solo per vendere, queste auto vengono messe a punto nella loro stravaganza anche per sensibilizzare stupendo su tematiche che riguardano la strada: ad esempio, in Gran Bretagna, nel 2009 nacque la prima orchestra che accompagnava al suono di trombe, tamburi e pianoforte, il rombo di otto moto con i musicisti-motociclisti seduti sopra a intonare le loro melodie.
Un concerto che non sarà passato di certo inosservato!
La finalità? Sensibilizzare l'opinione pubblica sulla tutela dei motociclisti sulle strade, visto che si registravano ogni anno molti incidenti gravi. Chissà se ha funzionato.
Nemmeno la polizia poteva essere risparmiata da questo pazzo business: in Cina circolano Smart ForTwo interamente verniciate con i colori della polizia.
Anche quest'anno non sono mancate le stranezze, come al Salone di Ginevra 2012, dove le case automobilistiche hanno sfoggiato e presentato auto dalle forme e dai colori più impensabili e vere e proprie macchine da sogno trasformate in realtà per i grandi amatori.
Una kermesse di presentazione delle ultime novità dal mondo dei motori che, come sempre, ha aggiunto un po' di pepe, con macchine che sicuramente non vedremo girare per le strade, ma che hanno piacevolmente sorpreso il numeroso pubblico.
Più auto di lusso ed ecologia che pazzie invece al Salone di Pechino 2012, presentato a maggio,i cinesi non si fanno travolgere troppo dal senso dell'umorismo ma colori sgargianti e forme innovative non sono mancate nemmeno la.
Come non citare il debutto della 500 by Gucci,il vero stile italiano trasportato in un auto che si propone prestigiosa ed elegante. Se Gucci fa le macchine come fa i vestiti, è fatta.

 


foto: www.autocrunch.it; www.autonovita.blogosfere.it; www.polis-lab.it; www.bambini.eu

 

Condividi 
Questa rubrica è offerta da:
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Simona Billi
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica