Facebook Twitter
cerca nel sito
17/08/2012
Toscana, è record di incendi nel mese di luglio
Dati molto sopra alla medie per numero di ettari bruciati e spiegamento di forze. Consumata in un mese la metà del totale di ore di volo a disposizione in un anno per gli elicotteri antincendio

VALDICHIANA - Bollettino di guerra quello degli incendi in Toscana durante l'estate. La stima è stata fatta qualche giorno fa dalla Regione e fa riferimento al mese di luglio: i dati, fa sapere l'ente, sono assolutamente fuori norma e hanno richiesto uno spiegamento di forze eccezionale rispetto alle medie del periodo.
A luglio sono stati 190 gli incendi boschivi sviluppatisi su tutto il territorio regionale, con 793 ettari di superficie boscata interessata, cui si aggiungono 376 ettari di vegetazione non in bosco, per un totale di 1.170 ettari bruciati.
La media annuale di superficie boschiva bruciata ammonta in Toscana a circa 1.100 ettari, ne sono dunque Solo a luglio, gli elicotteri regionali hanno volato 529 ore, contro un totale di 1.100 del monte orario disponibile annualmente per l'utilizzo degli elicotteri antincendi boschivi, in base al contratto per il 2012. In sostanza in un solo mese è stato consumato quasi metà del totale di ore a disposizione per un intero anno.
I dati eccezionali registrati a luglio hanno richiesto uno spiegamento di forze fuori dalle medie del periodo, sia per quanto riguarda le squadre e i direttori delle operazioni Aib, che per il lavoro della Sala operativa regionale (Soup) e delle dieci centrali operative provinciali (Cop Aib).
In alcuni casi è stato necessario l'intervento anche di mezzi aerei nazionali della Protezione civile e in altri è stata necessaria l'evacuazione di alcuni residenti, anche se solo a scopo precauzionale.
La statistica, precisa la Regione Toscana, è stata fortemente influenzata dall'andamento meteo climatico con la vegetazione segnata dal lunghissimo periodo di siccità.
In quasi 120 dei 190 incendi boschivi, grazie alla prontezza degli interventi, la superficie boscata bruciata è irrilevante o comunque inferiore all'ettaro. Ci sono stati, però, singoli eventi nei quali sono andate in fumo superfici di entità estremamente rilevante, come nel caso dei 297 ettari di superficie boscata di Verniano, nel comune di Colle Val d'Elsa (Siena) o dei 130 ettari di Massa Marittima (Grosseto), in località la Polveriera. Altri 66 ettari sono bruciati sempre in provincia di Grosseto, ma a Pereti, nel comune di Roccastrada, e 50 ettari sono andati in fumo in una sola volta a Pomarance (Pisa), 40 ettari in località Groppino a Chiusi della Verna (Arezzo), 35 in provincia di Firenze e più precisamente a Reggello, in località Pietrapiana.
Il territorio della provincia di Firenze è stato il più colpito per numero di incendi (35), seguito da Grosseto e Arezzo (25 a testa), da Pisa (23), e da Lucca e Massa che hanno registrato 18 eventi ciascuno.
Sul territorio della provincia di Pistoia si sono verificati 15 incendi, su quello di Siena 14 mentre a Livorno il numero è stato contenuto a 12 e a Prato si sono registrati in tutto cinque incendi di bosco.

 

foto: http://www.vigilidelfuocoitalia.com/

 

 

Condividi 
Commenta (solo per utenti registrati)
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Andrea Sacco
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica