Facebook Twitter
cerca nel sito
14/08/2012
La città di Chiusi è protagonista in Canada
Un reperto etrusco conservato nel Museo Civico di Chiusi è stato trasferito a Montréal per una mostra che durerà fino al mese di novembre. Immagini e foto della città proiettate a Toronto

CHIUSI - Un pezzo del patrimonio culturale di Chiusi è "volato" in trasferta in Canada per una mostra organizzata a Montréal: è una tegola conservata al Museo Civico di Chiusi, con incisa un'importante epigrafe, che verrà esposta nella mostra "The Etruscans: an Ancient Italian Civilization", in programma al Pacmuseum, il Museo di Storia e archeologia Point-à-Callière di Montréal.
L'evento, iniziato già da alcune settimane, è in programma fino al prossimo 25 novembre e il trasferimento è stato possibile grazie all'impegno della Soprintendenza.
Sempre in Canada, a Toronto, il professor Anders Winroth, di origini svedesi, insegnante alla prestigiosa Università americana di Yale, ha tenuto una conferenza dal titolo "Where Gratian Slept: The Life and Death of the Father of Canon Law". Vale a dire: "Dove è nato Graziano: vita e morte del padre del diritto canonico". Lo ha fatto mostrando immagini e foto di Chiusi che lui stesso aveva scattato un anno fa, grazie alla collaborazione del Centro studi Magister Grazianus.
Winroth, di fronte a una platea composta dai docenti che partecipavano al congresso internazionale di Storia del diritto canonico, ha parlato della sua visita a Chiusi e delle recenti scoperte, allo stesso modo di quanto ha fatto in un recente congresso internazionale a Roma.
«Il nostro patrimonio culturale - commenta l'assessore comunale Chiara Lanari - appartiene a tante epoche storiche, capaci di avere un valore riconosciuto ai più alti livelli, in tutto il mondo. Un'attenzione che, attraverso la cerchia di studiosi, appassionati, ricercatori, ma anche associazioni, cittadini e aziende, continueremo a coltivare mettendo "a sistema" tutta una serie di competenze, come anche di recente dimostrato con il coinvolgimento delle aziende private nella Fondazione Orizzonti d'arte. Coltivare le reti e i rapporti e coordinarli al meglio è di supporto al valore e prestigio all'intero territorio e permette di creare allo stesso tempo opportunità di sviluppo culturale ma anche turistico ed economico, sia per la nostra città e per le sue aziende - partendo dalla storia e dalla cultura che abbiamo a disposizione - sia per l'intero nostro territorio di appartenenza».

Condividi 
Commenta (solo per utenti registrati)
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Simona Billi
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica