Facebook Twitter
cerca nel sito
12/06/2012
Agello ospita la Festa del Santissimo Crocifisso
È una tradizione che si ripete ogni 25 anni e risalente all'Ottocento. Parteciperanno undici parrocchie che domenica 17 porteranno in processione la statua per quattro chilometri

MAGIONE - Spetta ad Agello l'onore di ospitare la Festa del Santissimo Crocifisso, evento che si ripete ogni venticinque anni.
La festa è in programma dal 7 al 24 giugno e affonda le sue radici nell'Ottocento, quando alcune parrocchie della diocesi di Perugia acquistarono un'imponente statua di Gesù Crocifisso.
La tradizione vuole che ogni 25 anni una parrocchia inviti quelle vicine per venerare il Crocifisso presente nella propria chiesa.
Ad Agello parteciperanno alle solenni cerimonie le parrocchie di Magione, Castel del Piano, Bagnaia, Mugnano, San Feliciano e Monte del Lago, San Savino, Montemelino con Castelvieto e Montesperello, Solomeo.
Domenica 17 giugno sarà il giorno della "grande processione" con la Santa Messa delle 8.30 celebrata da Monsignor Gualtiero Bassetti: le parrocchie invitate sfileranno secondo un ordine stabilito a sorteggio e il Crocifisso passerà da una all'altra per un percorso di quattro chilometri.
Ai fedeli della parrocchia ospitante, spetta l'onore di riportate l'immagine in chiesa, dove rimarrà per altri 25 anni.
Il programma della festa è stato presentato l'11 giugno nella Sala del dottorato del Museo diocesano di Perugia dall'assessore alla cultura del Comune di Magione, Giacomo Chiodini e dal presidente della Pro Loco di Agello, Gianni Dentini.
La festa comprende iniziative a carattere religioso e ricreativo con concerti di gospel, bandistici e jazz che si succederanno per tutto il periodo.
Per coordinare tutti gli aspetti logistici sono state nominate ben quattro commissioni, coordinate dal parroco di Agello, Padre Francesco.
«Un momento di devozione e di spiritualità da sempre radicata tra la nostra gente - ha spiegato durante la presentazione il presidente della Pro Loco Gianni Dentini -, una tappa importante nella vita di ciascuno di noi, un passaggio di testimone tra generazioni: questo ed altro ancora, per chi è nato o vissuto ad Agello sono le Feste Giubilari del S.S. Crocifisso, la nostra "festa grossa" come si usa dire tra di noi».
Una festa così sentita che saranno molti gli agellesi che torneranno da fuori per questa occasione.
Nei giorni della manifestazione, ha ricordato l'assessore Chiodini, sono visitabili mostre allestite in paese: nella sala Vincioli "la Via crucis interpretata da 15 artisti contemporanei" e la mostra fotografica con foto tratte dall'archivio fotografico Tilli-Giugliarelli "I paesi delle Feste Giubilari del S.S. Crocifisso" e in piazza Agilla, "Agello nel cassetto: genti ed eventi nel 900". In particolare, la mostra sulla Via Crucis fa parte di un progetto che vorrebbe vedere realizzato in questa frazione un museo dell'arte sacra contemporanea.

 

 

Condividi 
Commenta (solo per utenti registrati)
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Simona Billi
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica