Facebook Twitter
cerca nel sito
10/05/2012
Bilancio consuntivo 2011, avanzo di 646mila euro
Il Comune di Chiusi ha chiuso il bilancio di esercizio 2011 con il segno più. La cifra d’avanzo sarà reinvestita. Una garanzia, spiega il sindaco, per il welfare e per le opere pubbliche

CHIUSI - Il consiglio comunale di Chiusi ha approvato nei giorni scorsi il bilancio consuntivo 2011.
Fra i dati più significativi, un avanzo pari a 646mila euro che saranno reinvestiti.
Anche nel 2010 il bilancio era stato chiuso con un surplus di 353mila 815,49 euro, destinati lo scorso anno alla realizzazione del nuovo campo di inumazione nel cimitero del capoluogo, al finanziamento del progetto di un'area verde a Macciano e per i nuovi marciapiedi a Giovancorso.
«La previsione iniziale - commenta l'assessore competente Juri Bettollini - collegata anche alle variazioni di bilancio che si sono susseguite, fino all'ultima possibile, quella di assestamento, ha trovato riscontro in una calibrazione della spesa, in ragione delle entrate, assai puntuale».
Il rispetto per il 2011 del Patto di stabilità permetterà al Comune di l'Imu al 4 per mille, cioè al minimo, per la prima casa.
Saldati anche i pagamenti alle ditte che avevano lavorato per l'ente fino a dicembre 2011.
La cassa comunale al 31 dicembre risultava contenere tre milioni e 314mila euro.
La percentuale di autonomia finanziaria è passata dal 79,67% del 2010 al 96,52% del 2011 mentre l'autonomia impositiva è a sua volta aumentata: dal 57,63 al 75,47%.
Il grado di realizzazione degli accertamenti rispetto alla previsioni è pari al 98,20%, e quello di realizzazione delle riscossioni sugli accertamenti è del 74,80%. Infine, l'indice di pressione finanziaria e il prelievo tributario pro capite della popolazione si attestano rispettivamente a 674 euro per il 2010 e a 645 euro per il 2011, a fronte di una spesa sostenuta dall'ente pro capite per il cittadino di 802,48 di spesa corrente e quindi di servizi offerti e di 227,65 di spesa in conto capitale, quindi di investimenti. «Si tratta - commenta Bettollini - di un conto consuntivo che risulterà importante per la nostra comunità, sia perché ha dimostrato la solidità di uno strumento che generalmente è sempre al centro del dibattito politico e sia perché la buona gestione ha determinato un avanzo notevole. Una cifra di tutto rispetto, quella di 646mila euro, che potrà permettere in futuro delle soddisfazioni per i nostri cittadini, in un momento in cui è decisamente difficile individuare e reperire soldi da destinare al nostro territorio».
Occorre comportarsi sempre più come un'azienda, è il pensiero del sindaco Stefano Scaramelli, «riuscendo ad agire con efficienza e a trovare risorse in maniera autonoma per garantire, come stiamo facendo, il welfare e le opere pubbliche».

Condividi 
Commenta (solo per utenti registrati)
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Andrea Sacco
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica