Facebook Twitter
cerca nel sito
04/05/2012
Premiati gli studenti dell’artistico di Orvieto
Si sono aggiudicati ben 2.500 euro. Questo per essere stati scelti come vincitori del concorso “Il Bene che vorrei” bandito dall’Università degli studi di Macerata, facoltà di beni culturali

ORVIETO - Salgono alla ribalta a livello nazionale gli studenti del liceo artistico di Orvieto che vincono il concorso "Il Bene che vorrei", bandito dalla facoltà di beni culturali dell'Università degli studi di Macerata.
Gli studenti delle classi 4° B e 5° B hanno presentato tre elaborati: per la categoria A "Sotto gli occhi di tutti" - tecnica mista su cartoncino; per la categoria B "A spasso nel tempo per Piazza della Repubblica" tecnica mista su cartoncino; e il terzo , realizzato con la collaborazione del professore Boggi, "Impara l'Arte e mettila da parte" per la categoria B nella sezione cortometraggio.
La premiazione di studenti e docenti si terrà venerdì 11 maggio. Alla scuola andranno tre assegni per un bottino complessivo di 2.500 euro.
Ecco gli studenti che hanno partecipato al concorso: Vladislav Ganzen, Yindi Eryka O'Connell (categoria A); Paolo Benella, Elisa Delli Poggi, Camilla Grimaldi, Michela Nodali (categoria B); Simone Annulli, Monia Banella, Alessandra Basili, Gabriele Billi, Marta Carnieri, Jacopo Casasole, Elia Corsi, Nicoletta Fossati, Alessia Gallo, Raffaella Guerrini, Veronica Manfredini, Nicolò Passero, Bianca Pifferi, Margherita Vella, Nikola Vuletic (categoria B), coordinati dalla professoressa Irene Nicolosi.

 

 

foto: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Orvieto_in_Italy.jpg

Condividi 
Commenta (solo per utenti registrati)
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Simona Billi
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica