Facebook Twitter
cerca nel sito
04/02/2012
Maltempo e black out non sono finiti
Lo dichiara il vicepresidente della Provincia Alessandro Pinciani preoccupato per la situazione climatica. Le utenze senza fornitura elettrica alle 19.00 di ieri erano più di 500

VALDICHIANA SENESE – Ancora alta l’attenzione su maltempo e black out energetico.  «Continuiamo a essere ancora molto preoccupati. In base alle comunicazioni di Enel, che ci sono state fornite nella riunione di questo pomeriggio nella Sala operativa della Protezione civile e dalla nota diffusa questa sera dalla società, le utenze senza fornitura elettrica alle  19.00 di ieri  risultavano ancora più di 500». Lo  dichiara il vicepresidente e assessore provinciale alla Protezione civile Alessandro Pinciani. Pinciani non nasconde la preoccupazione per le gravi condizioni atmosferiche: «L’impegno di Enel è di rialimentare la maggior parte dei clienti entro la serata, ma l’aggravarsi delle condizioni climatiche, con le temperature in sensibile diminuzione, e la neve che ha ripreso a scendere su alcune zone della provincia di Siena, non ci rassicurano a sufficienza».   
L’assessore assicura :«Stiamo continuando a monitorare con grandissima attenzione l’evolversi dell’attività di Enel, con cui siamo in diretto contatto attraverso la Sala operativa, e a rappresentare in maniera puntale tutte le segnalazioni che ci stanno arrivando dai Comuni ancora interessati dal black out energetico. La Sala operativa del sistema provinciale di Protezione civile sta lavorando senza sosta e collaborando con ogni mezzo per supportare gli interventi di Enel nelle situazioni di maggiori criticità».
E il  black out energetico non è l’unico problema: «In questo momento il black out energetico non è l’unica nostra preoccupazione. L’abbassamento delle temperature e le condizioni metereologiche in peggioramento su tutto il territorio della provincia, rendono difficoltosa la percorribilità di molte delle nostre strade. Si raccomanda per questo di fare massima attenzione alla guida, di mettersi in viaggio solo in caso di stretta necessità e solo se muniti di catene o gomme termiche. Accanto all’insidia del ghiaccio – termina Pinciani –  si rilevano, infatti, improvvisi accumuli di neve a causa di forti raffiche di vento».
Fino a ieri le situazioni di maggiori criticità sulla viabilità provinciale si sono registrate  nella zona delle Crete,  in Val d’Orcia e nell’Amiata. La Provincia di Siena non esclude, se le condizioni meteorologiche dovessero peggiorare, di chiudere alcune strade provinciali nelle prossime ore.

 

 

Condividi 
Commenta (solo per utenti registrati)
P. IVA 02856170549
frescodiweb.it: Aut. Tribunale di Perugia N. 43/10 del 2 Agosto 2010
Copyright© Tiziana Billi Communication - P.Iva: 02856170549
Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione anche parziale dei testi, delle immagini, dei video e della grafica contenuti all'interno del sito.
Direttore responsabile: Andrea Sacco
Coordinamento editoriale e multimedia: Augusto Sacco
powered by ABR Informatica